Contro le malattie fungine

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Decotto di equiseto selvatico

Indicato per accrescere la resistenza delle piante contro le malattie fungine

Si prepara ammollando per 24 ore 1 chilo di equiseto selvatico o coda cavallina (Equisetum arvense) fresco o 150 grammi di piante secche in 10 litri d’acqua. Il giorno dopo si fa bollire il tutto a fuoco lento per circa mezz’ora, si lascia raffreddare e infine si filtra. Prima di spruzzarlo, il decotto va diluito in acqua, in proporzione 1:5.

Va spruzzato quando il tempo è asciutto, in una giornata di sole. L’azione preventiva di questo preparato si ottiene irrorando regolarmente le colture da primavera fino all’estate. In caso di infestazione acuta e diffusa da malattie fungine trattare per tre giorni di seguito.

Macerato di ortica e decotto di equiseto possono essere miscelati e spruzzati insieme; si può anche aggiungere una manciata di equiseto durante la preparazione del macerato di ortica.

 

Lascia un Commento